Home Storia Altneuland il romanzo di Theodor Herzl da cui prese il nome la...

Altneuland il romanzo di Theodor Herzl da cui prese il nome la città di Tel Aviv

2083
0

Theodor Herzl

Altneuland è un termine preso dal tedesco che significa “vecchia terra nuova” ed è il titolo di un romanzo utopico di Theodor Herzl che descrive la creazione di un nuovo Stato e società ebraici in Eretz Yisrael. Il romanzo venne pubblicato nel 1902 e il nome Altneuland, come da egli stesso affermato, si rifà al nome della sinagoga di Praga Altneuschul. Nel romanzo, il titolo è riferito a un futuro stato ebraico immaginato da Herzl. L’anno è il 1923 è Altneuland è un vivace Paese, caratterizzato da una rigogliosa agricoltura, grandi città e molte industrie.

L’istruzione è gratuita

e l’economia è basata sulla cooperazione, la tolleranza è diffusa e l’odio razziale non esiste, è scomparso. Per quanto criticato da molti intellettuali dei nostri giorni – in particolare lo scrittore ebreo Ahad Ha-am – per aver ignorato gli sviluppi storici e il carattere nazionale ebraico, il libro venne tradotto in molte lingue. Nahum Sokolow lo tradusse in ebraico, ma cambiò il titolo, chiamandolo Tel Aviv (in ebraico: תֵּל־אָבִיב ovvero la “collina della primavera“), rifacendosi alla città della Mesopotamia menzionata nella Torah.

Ezechiele 3:15

15 Giunsi dai deportati di Tel-Aviv, che abitano lungo il canale Chebàr, dove hanno preso dimora, e rimasi in mezzo a loro sette giorni come stordito.

Il nome Tel Aviv

suggerì all’autore una analogia col titolo originario: con Tel (collina) che richiama la roccia, le rovine, quindi il vecchio e Aviv (primavera) la nascita, il nuovo. Non molto tempo, il 21 maggio del 1910, a un crescente sobborgo ebraico della città di Jaffa venne dato il nome di Tel Aviv, proprio dalla traduzione di Altneuland data da Sokolow. Così il titolo del romanzo visionario di Herzl divenne, nel giro di otto anni, il nome della prima città ebraica moderna.

Previous articleI Dhimmi ovvero la difficoltà di essere ebrei nei territori conquistati dall’Islam
Next articlePresident’s Visit to the Vatican and Rome: Meeting with Pope Francis
Mi chiamo Fabrizio Tenerelli, sono un foto-giornalista iscritto all’Albo Professionisti della Liguria. Sono redattore del Settimanale La Riviera e del relativo quotidiano online; sono anche corrispondente dell’Agenzia Ansa dalla provincia di Imperia e corrispondente de Il Giornale (di Milano). Ho diretto per sette anni un quotidiano online locale. Durante la mia ultraventennale esperienza in campo giornalistico ho avuto modo di collaborare per quotidiani nazionali, tra cui: Il Giornale di Milano, Repubblica, Il Giorno, il Messaggero, Il Mattino e via dicendo. Ho anche collaborato, a livello fotografico, con diverse testate nazionali, tra cui: Corriere della Sera, settimanale “Oggi” e via dicendo e per televisioni, tra cui Rai e Mediaset. Ho anche collaborato con radio del panorama locale (Radio 103, per la quale ho svolto per anni i notiziario, curando la redazione) e nazionale, tra cui Radio24, per la quale ho svolto alcuni collegamenti per fatti di cronaca. Nel 2014, inoltre, sono stato in Israele, come free lance in territorio di guerra, durante l’operazione “Tzuk Eitan”. Negli ultimi tempi, mi interesso anche di web marketing, web design e sviluppo di siti in Wordpress, Seo e Sem.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here