I simboli dell’ebraismo: il Libro dei Salmi – Tehillim (תהלים),

I simboli dell’ebraismo: il Libro dei Salmi – Tehillim (תהלים),

735
0
SHARE

Salmi

Shalom carissimi amici e lettori di Vivi Israele. Per la rubrica “I simboli dell’Ebraismo” oggi vi voglio parlare dei Libro dei SalmiTehillim (תהלים), in ebraico. Si tratta di centocinquanta composizioni (in lingua ebraica) scritte da David con aggiunte di altri nove autori. Sul quando e dove vennero composti, si parla della Giudea, alla fine del III secolo a.e.v..

I Salmi venivano cantati dai leviti al Tempio di Gerusalemme e si dice che David li abbia scritti ispirato dal Ruach Haqodesh (Lo Spirito Divino), quando la sua arpa, appesa sopra il letto, veniva suonata a mezzanotte dal vento del nord. Si narra pure che le corde di questa arpa provenissero dall’ariete che Abramo diede in sacrificio a D*o nell’Akedah.

Quello dei Salmi è uno dei testi più utilizzati nella liturgia e le persone sono esortate a leggerlo, soprattutto quando devono affrontare difficoltà, malattie o momenti di crisi. E se sognare il Libro dei Salmi viene considerato segno di crescita religiosa, i dieci diversi tipi musicali di Salmi, secondo il maestro chassidico Nachman di Breslav, hanno il potere di annullare un aspetto delle forze demoniache. La recitazione dei Salmi ha anche l’effetto di favorire la castità. Il Libro fa parte del Tanakh ovvero l’acronimo di Torah, Nevi’im, Ketuvim ovvero (תורה Torah, נביאים Profeti, כתובים Scritti).

Chiunque fosse interessato a leggere i Salmi in ebraico, può farlo a questo link. Ringrazio il portale Torah.it per avermi autorizzato  a “linkare” il loro materiale

Libro dei Salmi

In copertina: “Re David suona l’arpa”, di Gerard van Honthorst

SHARE
Previous articleNetanyahu meets with US president Donald Trump in New York
Next articleNetanyahu meets with egyptian president Abdel Fattah el-Sisi
Mi chiamo Fabrizio Tenerelli, sono un foto-giornalista iscritto all’Albo Professionisti della Liguria. Sono redattore del Settimanale La Riviera e del relativo quotidiano online; sono anche corrispondente dell’Agenzia Ansa dalla provincia di Imperia e corrispondente de Il Giornale (di Milano). Ho diretto per sette anni un quotidiano online locale. Durante la mia ultraventennale esperienza in campo giornalistico ho avuto modo di collaborare per quotidiani nazionali, tra cui: Il Giornale di Milano, Repubblica, Il Giorno, il Messaggero, Il Mattino e via dicendo. Ho anche collaborato, a livello fotografico, con diverse testate nazionali, tra cui: Corriere della Sera, settimanale “Oggi” e via dicendo e per televisioni, tra cui Rai e Mediaset. Ho anche collaborato con radio del panorama locale (Radio 103, per la quale ho svolto per anni i notiziario, curando la redazione) e nazionale, tra cui Radio24, per la quale ho svolto alcuni collegamenti per fatti di cronaca. Nel 2014, inoltre, sono stato in Israele, come free lance in territorio di guerra, durante l’operazione “Tzuk Eitan”. Negli ultimi tempi, mi interesso anche di web marketing, web design e sviluppo di siti in Wordpress, Seo e Sem.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY