Rosh HaShanah, il “giorno del giudizio” e l’apertura dei tre Libri: in...

Rosh HaShanah, il “giorno del giudizio” e l’apertura dei tre Libri: in quale sarà inscritto il vostro nome

789
0
SHARE

Rosh HaShanah

Shalom, ma soprattutto Shanah Tovah carissimi lettori di Vivi Israele. Quello di oggi è l’ultimo articolo del 5778 che pubblichiamo. Entriamo in Rosh HaShanah, il Capodanno ebraico, un momento di grandissima riflessione nell’ebraismo, lontano anni luce dal più comune e mondano Capodanno “laico”. 

Secondo il Talmud, infatti, nel giorno di Rosh HaShanah: D*o apre tre Libri: uno per i cattivi assoluti (il cui nome viene inscritto nel Libro dei Morti); uno per i buoni assoluti (il cui nome viene inscritto nel Libro dei Vivi) e un terzo per la folta classe intermedia, il cui destino anziché essere deciso subito, resta sospeso fino al giorno di Yom Kippur.

Yomim Noraim

Ed è in questi dieci giorni detti anche “terribili” yomim noraim che si gioca il loro destino. Così, nel giorno di Yom Kippur, il nome dei più meritevoli sarà inscritto nel Libro dei Vivi; chi invece non lo meriterà, sarà inscritto nel Libro dei Morti (Rosh Hashana 16b). Da qui, uno degli auguri di buon anno più comuni: Leshana tovah tikatevu (לשׁנה טוֹבה תּכּתבו), che praticamente significa: “che il tuo nome possa essere inscritto (nel libro della vita) per un buon anno”.

Unetaneh Tokef

Vi voglio salutare con questo brano, che vi invito ad ascoltare il titolo e il testo sono quelli di Unetaneh Tokef (ונתנה תוקף) – che troviamo anche nelle seguenti forme: Unethanneh Toqeph, Un’taneh Tokef, or Unesanneh Tokef e via dicendo – un piyyut (פיוט) ovvero un poema della liturgia ebraica, che viene recitato durante le festività di Rosh HaShanah (Capodanno ebraico) e Yom Kippur (Giorno dell’Espiazione).

Letteralmente vuol dire “proclamiamo l’importanza (della santità del giorno). La preghiera incarna il significato delle più elevate festività religiose. Tra queste quella del “Giorno del giudizio”(Rosh HaShanah), nel quale tutte le creature, una per una, scorrono davanti a D*o, che decreta il loro destino. Simboleggia il precario e doloroso destino dell’uomo. In seguito alle molteplici sorti che possono essere decretate per un uomo, nell’anno a venire, persiste la convinzione che pentimento, preghiera e carità, possano evitare un verdetto più severo.

Questa la versione originale in ebraico vocalizzato di Unetaneh Tokef

וּנְתַנֶּה תֹּקֶף קְדֻשַּׁת הַיּוֹם כִּי הוּא נוֹרָא וְאָיוֹם וּבו תִנָּשֵׂא מַלְכוּתֶךָ וְיִכּון בְּחֶסֶד כִּסְאֶךָ וְתֵשֵׁב עָלָיו בֶּאֱמֶת. אֱמֶת כִּי אַתָּה הוּא דַיָּן וּמוֹכִיחַ וְיוֹדֵעַ וָעֵד וְכוֹתֵב וְחוֹתֵם וְסוֹפֵר וּמוֹנֶה. וְתִזְכֹּר כָּל הַנִּשְׁכָּחות, וְתִפְתַּח אֶת סֵפֶר הַזִּכְרוֹנוֹת. וּמֵאֵלָיו יִקָּרֵא. וְחוֹתָם יַד כָּל אָדָם בּו. וּבְשׁוֹפָר גָּדוֹל יִתָּקַע. וְקוֹל דְּמָמָה דַקָּה יִשָּׁמַע. וּמַלְאָכִים יֵחָפֵזוּן. וְחִיל וּרְעָדָה יֹאחֵזוּן. וְיֹאמְרוּ הִנֵּה יוֹם הַדִּין. לִפְקד עַל צְבָא מָרוֹם בַּדִּין. כִּי לֹא יִזְכּוּ בְעֵינֶיךָ בַּדִּין.

Da ascoltare

Shanah Tovah

Da Vivi Israele

SHARE
Previous articlePresident Rivlin sends English greeting ahead of Jewish New Year
Next articleI simboli dell’ebraismo: chi e quanti sono gli Ushpizin e quando arrivano?
Mi chiamo Fabrizio Tenerelli, sono un foto-giornalista iscritto all’Albo Professionisti della Liguria. Sono redattore del Settimanale La Riviera e del relativo quotidiano online; sono anche corrispondente dell’Agenzia Ansa dalla provincia di Imperia e corrispondente de Il Giornale (di Milano). Ho diretto per sette anni un quotidiano online locale. Durante la mia ultraventennale esperienza in campo giornalistico ho avuto modo di collaborare per quotidiani nazionali, tra cui: Il Giornale di Milano, Repubblica, Il Giorno, il Messaggero, Il Mattino e via dicendo. Ho anche collaborato, a livello fotografico, con diverse testate nazionali, tra cui: Corriere della Sera, settimanale “Oggi” e via dicendo e per televisioni, tra cui Rai e Mediaset. Ho anche collaborato con radio del panorama locale (Radio 103, per la quale ho svolto per anni i notiziario, curando la redazione) e nazionale, tra cui Radio24, per la quale ho svolto alcuni collegamenti per fatti di cronaca. Nel 2014, inoltre, sono stato in Israele, come free lance in territorio di guerra, durante l’operazione “Tzuk Eitan”. Negli ultimi tempi, mi interesso anche di web marketing, web design e sviluppo di siti in Wordpress, Seo e Sem.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY