I disabili per il Mossad sono un “valore aggiunto”: l’anno scorso 18...

I disabili per il Mossad sono un “valore aggiunto”: l’anno scorso 18 assunzioni

2134
0
SHARE

Il Mossad arruola anche disabili. Nell’anno appena trascorso sono stati diciotto, ogni riferimento al numero… non ci appare del tutto casuale. Vi propongo di seguito un’Ansa sull’argomento.

Nelle fila del Mossad – il servizio segreto israeliano – operano anche non pochi disabili. Lo ha rivelato ieri, secondo Yediot Ahronot, il suo capo Yossi Cohen secondo cui nell’ultimo anno ne sono stati assunti 18 che sono andati ad aggiungersi ad altri 100 che gia’ fanno parte della organizzazione.

Loro sono una benedizione per il nostro staff, per le loro stesse famiglie e per il popolo d’Israele – ha assicurato Cohen. – Li assumiamo non solo in ossequio alla legge, ma anche per radicare fra i dipendenti la comprensione che siamo al servizio della societa’ intera. E’ una questione che crea fra di noi un valore aggiunto”.

Il giornale precisa che nel 2000 Cohen lascio’ temporaneamente il servizio segreto per assistere il figlio Yonatan, affetto da paralisi cerebrale e costretto a muoversi su una sedia a rotelle.

Grazie ad una straordinaria forza di volonta’ Yonatan ha poi appreso quattro lingue, ha prestato servizio nella prestigiosa unita’ di intelligence 8200, quindi ha servito presso il portavoce militare e si e’ sposato. ”Per me – ha concluso Cohen – lui e’ un combattente vero”.

SHARE
Previous articleProtosionismo ed autoemancipazione del popolo ebraico nell’opera di Pinsker
Next articleTevet, 23 dell’anno 5778/ I simboli dell’ebraismo: שכטי ישראל (la 12 tribù di Israele)
Mi chiamo Fabrizio Tenerelli, sono un foto-giornalista iscritto all’Albo Professionisti della Liguria. Sono redattore del Settimanale La Riviera e del relativo quotidiano online; sono anche corrispondente dell’Agenzia Ansa dalla provincia di Imperia e corrispondente de Il Giornale (di Milano). Ho diretto per sette anni un quotidiano online locale. Durante la mia ultraventennale esperienza in campo giornalistico ho avuto modo di collaborare per quotidiani nazionali, tra cui: Il Giornale di Milano, Repubblica, Il Giorno, il Messaggero, Il Mattino e via dicendo. Ho anche collaborato, a livello fotografico, con diverse testate nazionali, tra cui: Corriere della Sera, settimanale “Oggi” e via dicendo e per televisioni, tra cui Rai e Mediaset. Ho anche collaborato con radio del panorama locale (Radio 103, per la quale ho svolto per anni i notiziario, curando la redazione) e nazionale, tra cui Radio24, per la quale ho svolto alcuni collegamenti per fatti di cronaca. Nel 2014, inoltre, sono stato in Israele, come free lance in territorio di guerra, durante l’operazione “Tzuk Eitan”. Negli ultimi tempi, mi interesso anche di web marketing, web design e sviluppo di siti in Wordpress, Seo e Sem.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY