Ebraico: ecco le 50 parole “fondamentali” per cavarsela (o quasi) in ogni...

Ebraico: ecco le 50 parole “fondamentali” per cavarsela (o quasi) in ogni occasione

7679
0
SHARE

Boqer tov cari amici. Oggi, considerato anche alcune richieste, pubblico i 50 termini in ebraico fondamentali (secondo il mio punto di vista, naturalmente), per chi si accinge a intraprendere un viaggio in Israele o, semplicemente, vuole partire con lo studio della lingua.

Certo, 50 parole non bastano per una intrattenere una conversazione in ebraico, ma sono una piccola infarinatura utile per familiarizzare con la lingua. Alcuni termini li vedete con la scritta M e F (maschile e femminile).

Sicuramente, ognuno di voi ne avrebbe inseriti altri. Alla fine, è tutto soggettivo. Io ho cercato di mettere quelli più neutri, ma è logico che: se per me è fondamentale la parola “amico”, per un altro potrebbe esserlo la parola “cibo”.

Qui, comunque, non ci sono soltanto parole, ma anche alcune frasi e locuzioni. Buona lettura e non scordatevi di seguire la sezione “Parola del giornoviviisraele.it (LINK). Ogni giorno curiosità e approfondimenti sulla lingua ebraica. Per chi fosse interessato c’è anche un articolo sullo (SLANG) in ebraico.

Adesso: (Achshav,  עכשיו)

Aiuto: (Hatzilu, הצילו)

Amico, amica: (Khaver/ Khaverah – M e F, חבר/חברה)

Amore: (Ahava’, אהבה)

Arrivederci: (Lehitra’ot להתראות)

Benvenuti: (Bruchim Haba’im ברוכים הבאים)

Buono: (Tov, טוב)

Buongiorno: (Boqer Tov, בוקר טוב)

Buonasera: (Erev Tov, ערב טוב)

Buonanotte: (Layla Tov, לילה טוב)

Casa, abitazione: (Bayit, בית)

Cattivo: (Ra’, רע)

Ciao, quando ci si incontra: (Shalom, שלןם), che tradotto significa pace, ma è equivalente al nostro saluto

Cin Cin, brindisi: (Lechaim, לחיים)

Come va? (Mà Korè, מה קורה?)

Come ti chiami? (‘Eykh kori’m lecha/lach – M e F – איך קוראים לך /לך?)

Congratulazioni: (Mazal Tov, מזל טוב)

Di dove sei: (Me’eyfo ‘Atà/ ‘At – M e F –   מאיפה אתה/את?)

Delizioso: (Ta’im, טעים)

Due: ( שני/שתי – M e F – Shney/Shtey in forma contratta)

Ebraico lingua: (עברית, ‘Ivrit)

Ebraismo: (יהדות, yahadut)

Ebreo: (יהודי /יהודיה – M e F – yehudi/yehudiya)

Fantastico: (נהדר, Nehedar)

Gerusalemme: (ירושלים, Yerushalaim)

Grazie: (תודה, Todah)

Io: (אני, ‘Ani)

Israele: (ישראל, Isra’el)

Israeliano: (ישראלי, Isre’eli)

Là, laggiù: (שם, Sham)

Mi chiamo: (קור’ם לי, Kor’im li…)

Mi dispiace: (אני מצטער/מצטערת – M e F – ‘Ani Mitzta’er o ‘Ani Mitzta’eret)

Molto: (מאוד, Me’od)

Molto buono: (טוב מאד, Tov Me’od)

No: (לא, Lo)

Piacere di conoscerti: (נעים להכיר, Na’im Lehakir); La risposta a “piacere di conoscerti”: נעים מאד (Na’im Me’od)

Prego, non c’è di che; nessun problema: (‘Eyn be’ad mah, אין בעד מה)

Per favore, prego: (Bevakasha, בבקשה)

Più Tardi: (יותר מאוחר, Yoter Me’ukhar)

Qui: (כאן/פה – Kan/Po)

Questo è squisito: (זה טעים, Se Ta’im)

Scusi: (סליחה, Slikhah)

: (כן, Ken)

Tre: (שלושה/שלוש – M e F – Shalosh/ Shlosha)

Tu: (אתה/את – M e F – ‘Ata/ ‘At)

Tutto bene: (טוב תודה, Tov Me’od)

Uno: (אחד/אחת – M e F – ‘akhat/ ’ekhad)

Un po’: (קצת,  Ktzat)

Va bene? (זה בסדר, Zeh Beseder?)

Vengo da: (אני מ, ‘Ani mi…)

Foto tratta da Emaze.com

SHARE
Previous articleTel Aviv Night Run with over 25,000 runners/ The 31st of october
Next articleNetanyahu Meets with US Treasury Secy. Steven Mnuchin
Mi chiamo Fabrizio Tenerelli, sono un foto-giornalista iscritto all’Albo Professionisti della Liguria. Sono redattore del Settimanale La Riviera e del relativo quotidiano online; sono anche corrispondente dell’Agenzia Ansa dalla provincia di Imperia e corrispondente de Il Giornale (di Milano). Ho diretto per sette anni un quotidiano online locale. Durante la mia ultraventennale esperienza in campo giornalistico ho avuto modo di collaborare per quotidiani nazionali, tra cui: Il Giornale di Milano, Repubblica, Il Giorno, il Messaggero, Il Mattino e via dicendo. Ho anche collaborato, a livello fotografico, con diverse testate nazionali, tra cui: Corriere della Sera, settimanale “Oggi” e via dicendo e per televisioni, tra cui Rai e Mediaset. Ho anche collaborato con radio del panorama locale (Radio 103, per la quale ho svolto per anni i notiziario, curando la redazione) e nazionale, tra cui Radio24, per la quale ho svolto alcuni collegamenti per fatti di cronaca. Nel 2014, inoltre, sono stato in Israele, come free lance in territorio di guerra, durante l’operazione “Tzuk Eitan”. Negli ultimi tempi, mi interesso anche di web marketing, web design e sviluppo di siti in Wordpress, Seo e Sem.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY