Home Impara l'ebraico Slang ebraico: ecco i 10 termini da sapere prima di partire per...

Slang ebraico: ecco i 10 termini da sapere prima di partire per Israele

5767
0

Anche l’ebraico moderno, come l’inglese e, in generale, un po’ tutte le lingue, ha il suo slang: la sua parlata gergale. Alcuni termini sono stati introdotti dall’arabo o dal russo. Alcuni, poi, sono in uso anche nell’inglese americano, come vedremo, soprattutto quelli yiddish.

Noi vi elenchiamo alcuni tra i dieci termini più comuni o in uso. Gli esempi in italiano servono soltanto per farvi capire il contesto della frase. Viene da sé, che non non useremo mai questa terminologia nella nostra parlata colloquiale, ma se andate in Israele potrebbe tornarvi utile.

אהלן

Ahlan

Significato: parola di deriviazione araba (اهلا), che significa “Ciao”

אחלה

Achla

Traduzione: Parola che deriva dall’arabo e che significa “grande”.
Significato: Un grande film, un gran vestito o un grande hummous può essere definito “Achla”

על הפנים

Al Ha’panim

Traduzione: sulla faccia

Significato: terribile, tremendo

Esempio: Questo mal di testa mi uccide… mi sento al ha’panim

בלאגן

Balagan

Significato: parola che deriva dal russo e che vuol dire: un casino, una catastrofe, una situazione complicata, ma anche un gran disordine

Esempi: Che disordine che c’è in questa stanza, è un balagan. Oppure: l’ho fatta grossa, stavolta… è un balagan

חתיכה חתיך

khatikha, Khatikh

Significato: pezzo di ragazza o di ragazzo. Si usa in modo gergale con lo stesso valore che gli diamo in italiano

מגניב

Magniv

Significato: Figo, forte, bello

Esempio: allora, questo weekend andiamo a sciare? Magniv

מאה אחוז

Mèakhuz: da Mèa Akhùz

Significato: cento per cento, quindi: “Perfetto”.

Esempio: vengo a prenderti stasera sotto casa? Mèakhuz

סבבה

Sababa

Significato: parola di derivazione araba (صبابة) grande, fantastico

Esempio: come stai? Sababa

סחה

Sachah

Significato: altro termine derivato dall’arabo (صخة) che significa bravissimo/a!

שרות

Sarùt

Significato “schizzato”, spesso abbinato a לגמרי (le-gàmre) che vuol dire completamente. Pazzo/matto si può dire anche מטורף (metoraf)

Previous articleThousands of pairs of military tactical gloves en route to Gaza seized at Kerem Shalom Crossing/ Photo
Next articleIsraele: corsa contro il tempo per salvare due sorelline siamesi nate a Gaza
Mi chiamo Fabrizio Tenerelli, sono un foto-giornalista iscritto all’Albo Professionisti della Liguria. Sono redattore del Settimanale La Riviera e del relativo quotidiano online; sono anche corrispondente dell’Agenzia Ansa dalla provincia di Imperia e corrispondente de Il Giornale (di Milano). Ho diretto per sette anni un quotidiano online locale. Durante la mia ultraventennale esperienza in campo giornalistico ho avuto modo di collaborare per quotidiani nazionali, tra cui: Il Giornale di Milano, Repubblica, Il Giorno, il Messaggero, Il Mattino e via dicendo. Ho anche collaborato, a livello fotografico, con diverse testate nazionali, tra cui: Corriere della Sera, settimanale “Oggi” e via dicendo e per televisioni, tra cui Rai e Mediaset. Ho anche collaborato con radio del panorama locale (Radio 103, per la quale ho svolto per anni i notiziario, curando la redazione) e nazionale, tra cui Radio24, per la quale ho svolto alcuni collegamenti per fatti di cronaca. Nel 2014, inoltre, sono stato in Israele, come free lance in territorio di guerra, durante l’operazione “Tzuk Eitan”. Negli ultimi tempi, mi interesso anche di web marketing, web design e sviluppo di siti in Wordpress, Seo e Sem.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here