Migliaia in piazza nei quattro angoli di Israele per “La strada delle...

Migliaia in piazza nei quattro angoli di Israele per “La strada delle pace”/ Video & Programma

1147
0
SHARE

Il 24 settembre 2017, con l’inizio del nuovo anno ebraico, decine di migliaia di donne, uomini, bambini, ebrei e arabi, laici e religiosi, di destra, di centro e di sinistra, percorreranno insieme la via della speranza e della pace a partire dai quattro angoli d’Israele, in occasione di “La strada della pace”.

Spiega, Shazarahel, che è referente per la stampa e i media in Italia del Movimento Women Wage Peace; nonché vice presidente della Confederazione Internazionale Laica Interreligiosa “Cili” e coordinatrice del Dipartimento #DonnedelDialogo di Uniti per Unire:

“Faremo udire la nostra voce e la nostra richiesta di raggiungere un accordo politico per una soluzione del conflitto israelo-palestinese, che garantirà sicurezza a lungo termine – spiegano gli organizzatori del Movimento “Le donne fanno la pace” (Women Wage Peace – WWP) -. Chiediamo che le donne prendano parte attiva nella realizzazione di questo accordo. Sì, è possibile! Sono state già trovate soluzioni per risolvere altri conflitti in altre parti del mondo. Allo stesso modo anche il lungo conflitto che stiamo vivendo può e deve essere risolto”.

Gli eventi si svolgeranno ai quattro angoli del paese:
Così come comunicato dagli organizzatori

SUD
La cerimonia d’inaugurazione della Strada della Pace si svolgerà all’inizio del nuovo anno ebraico, il 24 settembre a Sderot la mattina e la sera presso il Kibbutz Tzeelim (ore 19).

La rotta meridionale degli eventi passerà attraverso Sderot, Kissoufim, Zeelim, Yerouham, Rahat, Beer Sheva, Arad, Gush Etzion (vicino Eli) e altre località. L’evento principale di questa rotta del Sud si svolgerà a Dimona il 26 settembre.

NORD
La rotta settentrionale del percorso passerà attraverso Hatzor, Tiberias, Fureidis e altre località. L’evento principale della rotta settentrionale del percorso si svolgerà a Nazaret il 3 ottobre.

OVEST
La rotta occidentale de cammino arriverà il 6 ottobre a Jaffa dove una sfilata e una riunione si svolgerà sotto la direzione del gruppo delle giovani donne di WWP.

EST
La giornata dell’8 ottobre sarà il coronamento della Strada della Pace. La mattina ci incontreremo nel villaggio di pace di Agar e Sarah, costruito nella pianura accanto al Mar Morto. Incontreremo migliaia di donne palestinesi. Organizzeremo gruppi di discussione, mostre artistiche e eventi musicali con la partecipazione di artisti di ogni provenienza. Lanceremo un solenne appello a tutti i governanti affinché avviino negoziati per un accordo politico.

Nel pomeriggio arriveremo a Gerusalemme per una marcia e un raduno popolare con la partecipazione di un grande e diversificato pubblico… aspettiamo decine di migliaia di persone. Proclameremo forte e chiaro: “Sì, è possibile! Non ci fermeremo fino a quando otterremo un accordo di pace!”

Il 9 e 10 ottobre, costruiremo a Gerusalemme una grande “Capanna della Pace” (Sukkàt Shalom) dentro cui si svolgeranno incontri e gruppi di studio. Inaugureremo un parlamento femminile (Knesset) che accompagnerà più tardi alcune delle azioni del WWP alla Knesset.

Tutta la Strada della Pace sarà accompagnata da un Manifesto congiunto per israeliani e palestinesi che sarà co-firmato da numerose donne durante tutto il tragitto. Questo Manifesto sarà presentato alla Knesset alla fine della marcia all’apertura della Sessione Invernale.

Ulteriori dettagli sono disponibili sul sito del movimento

Women Wage Peaceנשים עושות שלום-
http://www.womenwagepeace.org.il
https://www.facebook.com/WomenWagePeace/

SHARE
Previous articlePM Netanyahu’s Remarks at his Meeting with Colombian President Santos
Next articleMexico City: Netanyahu meets with 16 leading mexican businesspeople at a power breakfast
Mi chiamo Fabrizio Tenerelli, sono un foto-giornalista iscritto all’Albo Professionisti della Liguria. Sono redattore del Settimanale La Riviera e del relativo quotidiano online; sono anche corrispondente dell’Agenzia Ansa dalla provincia di Imperia e corrispondente de Il Giornale (di Milano). Ho diretto per sette anni un quotidiano online locale. Durante la mia ultraventennale esperienza in campo giornalistico ho avuto modo di collaborare per quotidiani nazionali, tra cui: Il Giornale di Milano, Repubblica, Il Giorno, il Messaggero, Il Mattino e via dicendo. Ho anche collaborato, a livello fotografico, con diverse testate nazionali, tra cui: Corriere della Sera, settimanale “Oggi” e via dicendo e per televisioni, tra cui Rai e Mediaset. Ho anche collaborato con radio del panorama locale (Radio 103, per la quale ho svolto per anni i notiziario, curando la redazione) e nazionale, tra cui Radio24, per la quale ho svolto alcuni collegamenti per fatti di cronaca. Nel 2014, inoltre, sono stato in Israele, come free lance in territorio di guerra, durante l’operazione “Tzuk Eitan”. Negli ultimi tempi, mi interesso anche di web marketing, web design e sviluppo di siti in Wordpress, Seo e Sem.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY