Home Notizie Separazione dei sessi per le preghiere, rabbino capo Sefardita: “Ebrei riformati peggio...

Separazione dei sessi per le preghiere, rabbino capo Sefardita: “Ebrei riformati peggio di chi nega Shoah”

3149
0

In Israele torna a far discutere la forte presa di posizione dal rabbino capo sefardita. Non è la prima volta che gli ebrei riformati vengono presi di mira per la loro apertura, ma arrivare a questi livelli, ci sembra eccessivo.

Stanno suscitando polemiche in Israele le parole del rabbino capo sefardita di Gerusalemme Shlomo Amara secondo cui gli “ebrei riformati sono peggiori di chi nega la Shoah” visto che non vogliono la separazione dei sessi per le preghiere. Lo stesso premier Benyamin Netanyahu è intervenuto replicando che “tutti gli ebrei fanno parte di una famiglia e la diversità del nostro popolo dovrebbe essere sempre rispettata. Respingo con fermezza – ha spiegato citato dai media – la delegittimazione di qualsiasi parte del popolo ebraico”.

Le dichiarazioni di Amar – che l’anno scorso definì l’omosessualità “un abominio” – sono apparse sulla rivista ortodossa ‘Kikar HaShabat‘ come commento alla decisione della Corte Suprema di chiedere al perchè abbia congelato l’accordo raggiunto, dopo un lungo contenzioso, con gli ebrei riformati per uno spazio di preghiere al Muro del Pianto. Anche i leader riformati hanno attaccato Amar chiedendo al sindaco di Gerusalemme, Nir Barkat, di non invitarlo più ad eventi ufficiali.

(fonte Agenzia Ansa)

La preghiera in Sinagoga

Foto tratta da Shutterstock

Previous articleEnglish/ Rivlin inaugurates memorial to Israeli athletes murdered at 1972 Munich Olympics
Next articleLe lingue semitiche e una loro breve storia, ultima puntata
Mi chiamo Fabrizio Tenerelli, sono un foto-giornalista iscritto all’Albo Professionisti della Liguria. Sono redattore del Settimanale La Riviera e del relativo quotidiano online; sono anche corrispondente dell’Agenzia Ansa dalla provincia di Imperia e corrispondente de Il Giornale (di Milano). Ho diretto per sette anni un quotidiano online locale. Durante la mia ultraventennale esperienza in campo giornalistico ho avuto modo di collaborare per quotidiani nazionali, tra cui: Il Giornale di Milano, Repubblica, Il Giorno, il Messaggero, Il Mattino e via dicendo. Ho anche collaborato, a livello fotografico, con diverse testate nazionali, tra cui: Corriere della Sera, settimanale “Oggi” e via dicendo e per televisioni, tra cui Rai e Mediaset. Ho anche collaborato con radio del panorama locale (Radio 103, per la quale ho svolto per anni i notiziario, curando la redazione) e nazionale, tra cui Radio24, per la quale ho svolto alcuni collegamenti per fatti di cronaca. Nel 2014, inoltre, sono stato in Israele, come free lance in territorio di guerra, durante l’operazione “Tzuk Eitan”. Negli ultimi tempi, mi interesso anche di web marketing, web design e sviluppo di siti in Wordpress, Seo e Sem.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here